venerdì 22 febbraio 2013

Una pizza di successo

Quando si preparano certe ricette con la pasta madre viene richiesto di rinfrescare alcune volte il lievito e quindi succede, come avevo già spiegato qui, di trovarsi avanzi inutilizzati di pasta madre in frigo.
Poco tempo fa avevo usato questi avanzi per impastare un po' di pizza e ho messo la ricetta nel gruppo di Facebook "La Pasta Madre" come idea per smaltire gli avanzi.
Non credevo che questa ricetta avrebbe avuto così tanto successo, invece mi sbagliavo!

Ecco quindi la ricetta, piu dettagliata possibile.


Pizza "Veloce" di riciclo

Dosi per una teglia 30x22 cm
210g di PM non rinfrescata
160g di farina tipo "0" (non Manitoba)
100g di latte
un pizzico di sale
un cucchiaino di olio

Sciogliere la pasta madre presa direttamente dal frigo dentro al latte freddo.
Aggiungere la farina il sale e l'olio e lavorare il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Formare una palla e metterla a lievitare in una pirofila coperta con un panno di cotone e un telo di plastica, in un posto caldo. (Per esempio io l'ho messa sopra ad una mensola in alto, vicino alla stufa a legna).
Dopo un paio d'ore stendere e adagiarlo nella teglia foderata di carta da forno e riporre di nuovo a lievitare coperto come prima, al caldo come prima.
Dopo altre tre ore farcire a piacere e infornare nel forno già caldo al massimo della temperatura, circa 220°.
In meno di 10 minuti dovrebbe essere cotta.

Buon appettito.

P.S. : si possono usare latte di soia o acqua al posto del latte vaccino
N.B. : questa è una pizza in teglia per riciclare gli scarti, e nascendo da scarti è normale che possa avere in alcuni casi un po' di retrogusto acido.

10 commenti:

  1. Non so, Dovresti diminuire i liquidi, direi. Se ci provi e ti viene bene mi pui dire come l'hai modificata che aggiorno il post? Grazie!

    RispondiElimina
  2. Fatta! E' venuta perfetta! Co0mplimenti per il blog e per la ricetta,
    un bacione,
    Evelyn

    RispondiElimina
  3. Dici di non usare farina manitoba....ho solo quella vediamo come viene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma la pizza ti verrà lo stesso ma risulterà un po' pesante. La Manitoba è ricca di proteine e adatta a lievitazioni lunghe.

      Elimina
  4. Ciao ! Io ho usato la tua ricetta però ho usato una farina 00 per pizza. Un unico dubbio, ma i liquidi sono sufficienti? L'impasto mi sembra un pò asciutto rispetto ai normali impasti per pizza che ho fatto fino ad ora, di solito sono molto idratati ed appiccicosi, questa è una bella palla compatta! Comunque sto anche provando la lievitazione più lunga in frigo, domani vediamo il risultato!

    RispondiElimina
  5. Eccomi! Ho provato la tua ricetta usando la farina 00 per pizza, un pizzico di bicarbonato di sodio perchè l'esubero di pm era un tantino acidulo, poi dopo aver preparato l'impasto,per ragioni di tempo, l'ho messo in frigo tutta la notte coperto con la pellicola bucherellata . L'indomani l'ho uscito dal frigo circa 7 ore prima della cottura (considerato che in casa ci sono circa 20 gradi di temperatura) e l'ho lasciato a temp. ambiente dentro il forno spento per circa 6 ore, poi l'ho steso in teglia e l'ho messo nel forno chiuso con la sola lucina accesa per l'ultima ora prima della cottura! Poi ho condito e cotto! E' venuta buonissima! Soffice, alta, umida! Userò sempre questa ricetta quando dovrò smaltire gli esuberi! Proprio ieri sera l'ho preparata, oggi la cuocio e provo anche a surgelarla. Poi vi farò sapere! =D

    RispondiElimina
  6. spettacolare ho usato la farina magica per la pizza poi le ho fritte e poi ci ho messo lo zucchero una buona alternativa
    la prox volta però faccio la classica al forno!!!!

    RispondiElimina
  7. È venuta perfetta. Buonissima. :-) :-) :-) :-)

    RispondiElimina